Presentato il Rapporto “Energia e ambiente 2007”

Alle sfide del cambiamento climatico e dell’espansione dei consumi è necessario rispondere con l’accelerazione del cambiamento tecnologico. Lo sottolinea il “Rapporto energia e ambiente 2007” dell’Enea, presentato il 31 luglio. Per porre rimedio alle difficoltà nell’approvvigionamento energetico e al surriscaldamento del pianeta occorre, secondo l’ente, un forte impegno nella ricerca, che mostra però in Italia investimenti inadeguati, soprattutto nel confronto con i maggiori Paesi europei.
“Il Rapporto di quest’anno ha messo in evidenza l’insufficienza, a oggi, dell’investimento in Ricerca e Sviluppo per il settore energetico-ambientale, soprattutto nel confronto con i principali Paesi europei” – ha detto il presidente dell’Enea Luigi Paganetto. “Solo investendo di più in ricerca – ha continuato Paganetto – si potrà partecipare con successo alla gara tecnologica che si è aperta in Europa su fonti rinnovabili, efficienza energetica e nucleare per realizzare l’innovazione necessaria a procedere a “emissioni zero”. “Si tratta – ha concluso Paganetto – di una gara con forti implicazioni sulla competitività del sistema industriale. L’Enea, nel suo Rapporto, ha prodotto alcune stime quantitative che mostrano quanto sia impegnativa l’accelerazione tecnologica necessaria per raggiungere gli obiettivi di riduzione della CO2 e dei consumi energetici indicati dalla Commissione europea”. Il rapporto può essere scaricato dal sito dell’Enea  www.enea.it

Fonte: Sviluppo Lazio