Percorsi partecipativi per i Fondi Europei 2014-2020, mercoledì 25 giugno il Convegno in Campidoglio

Nei territori di Roma si moltiplicano percorsi partecipativi e partenariati pubblico-privati che puntano al rafforzamento della resilienza urbana e allo sviluppo sostenibile. Si mettono insieme conoscenza, innovazione sociale, cultura, bioeconomia, agricolture civili, turismo, comunità di cibo, welfare produttivo, gestione degli ecosistemi agricoli, valorizzazione dei beni architettonici e archeologici.

Siffatti processi potranno consolidarsi e produrre risultati concreti qualora si sapranno cogliere le opportunità della Programmazione dei Fondi Strutturali e d’Investimento Europei (SIE) 2014-2020.

I Programmi operativi della Regione Lazio, in fase di elaborazione, dovrebbero optare per un utilizzo integrato dei Fondi SIE favorendo la sperimentazione – nei territori di Roma dove le comunità siano disponibili a farlo – del metodo dello sviluppo locale partecipativo.

L’agricoltura multifunzionale (fattorie sociali, fattorie didattiche, agriturismi, aziende agroenergetiche, ecc.) svolgerà una funzione centrale nei percorsi di sviluppo dal basso se verrà riconosciuta anche nei poli urbani.

Su questi temi si terrà il 25 giugno 2014 – dalle ore 15.30 alle 19.30 – presso la Sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini di Roma, il Convegno organizzato da Rete Fattorie Sociali, Forum Terzo Settore Lazio e IfoRD con il Patrocinio dell’Assessorato all’Ambiente, Rifiuti e Agroalimentare di Roma Capitale.

Parteciperanno Estella Marino, Assessore all’Ambiente, Rifiuti e Agroalimentare di Roma Capitale, Gemma Azuni, Vice Presidente della Commissione Bilancio di Roma Capitale, Mario Ciarla, Presidente della Commissione Agricoltura e Attività Produttive della Regione Lazio, Valentina Grippo, Presidente della Commissione Turismo di Roma Capitale, Marco Berardo Di Stefano, Presidente della Rete Fattorie Sociali, Massimo Leone, Presidente dell’Associazione IfoRD, Gianni Palumbo, Portavoce del Forum Terzo Settore Lazio.

Seguiranno interventi che illustreranno esperienze concrete di percorsi partecipativi e partenariati pubblico-privati nei territori di Roma.

Per accedere alla sala è necessario portare una copia dell’invito, che è disponibile sul sito dell’associazione IfoRD

Convegno: “Fondi Europei 2014-2020. Sperimentare il metodo Community Led nei territori di Roma”

Il 25 giugno 2014 – dalle ore 15.30 – presso la Sala Pietro Da Cortona dei Musei Capitolini di Roma, si svolgerà il convegno “Fondi Europei 2014-2020. Sperimentare il metodo Community Led nei territori di Roma”, organizzato da Rete Fattorie Sociali, Forum Terzo Settore Lazio e IfoRD con il Patrocinio dell’Assessorato all’Ambiente, Rifiuti e Agroalimentare di Roma Capitale.
L’incontro ha lo scopo di approfondire le novità della programmazione dei Fondi Strutturali e di Investimento Europei 2014-2020 e, in modo particolare, il loro utilizzo integrato e gli strumenti attuativi previsti, in riferimento alla possibilità di applicare a Roma l’approccio Community Led Local Development, fondato sulla partenership tra pubblica amministrazione e settore privato e sulla condivisione di programmi a livello locale.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito dell’associazione IfoRD

Pubblicata la versione 6 dello standard IFS Food, Aprile 2014

L’IFS (International Featured Standards) ha pubblicato il documento IFS Food 6 Aprile 2014. Non si tratta di una nuova versione dello Standard, ma di una versione consolidata di IFS Food 6, gennaio 2012.

IFS Food è lo standard per la qualità e la sicurezza alimentare per i propri marchi commerciali, messo a punto dalle aziende socie della HDE (Federazione Tedesca dei Distributori) e della FCD (Fédération des Entreprises du Commerce et de la Distribution), nonché le associazioni dei distributori italiane CONAD, COOP e Federdistribuzione Esso è il riferimemto per il controllo unificato della sicurezza alimentare e del livello qualitativo dei produttori e dei confezionatori.

Possono essere interessati alla certificazione secondo lo standard IFS Food tutti i produttori e i confezionatori di alimenti che riforniscono con marchi commerciali la distribuzione al dettaglio e all’ingrosso. L’IFS è applicabile a tutta la filiera agroalimentare alimentare, ad eccezione della produzione primaria.

Q&A s.r.l. mette a disposizione delle aziende interessate alla certificazione IFS Food qualificati servizi di consulenza e formazione.

Workshop: Paesaggi bioculturali e agricoltura sociale

Domenica 13 aprile 2014 alle ore 16.00, presso il Castello di Montenero Sabino (Rieti), le associazioni Sabinarti, Iford e Ager, con la collaborazione di Q&A s.r.l., organizzano una discussione su “Paesaggi bioculturali e agricoltura sociale”, nell’ambito del workshop internazionale “LEARNING FROM INHABITANTS”
Apre i lavori
Renato Vivaldi (presidente Sabinarti)
Introduce:
Lucio Graziano (presidente associazione Ager – Agenzia internazionale per i paesaggi bioculturali e la nuova ruralità)
Intervengono:
Alfonso Pascale (studioso di agricolture civili),
Marco Beradro Di Stefano (Rete delle fattorie sociali)
Maurizio Di Mario (architetto paesaggista),
Angelika Bartholomai (associazione IfoRD – Innovation for Rural Development)
Coordina
Titta Vadalà (responsabile incubatore BIC Lazio di Rieti)

Per comunicare la propria partecipazione scrivere a: info@sabinarti.it.
Per informazioni ci si può rivolgere a Susanna: 333 380 2646

Corso: “I Cereali: la farina e la semola”

Il 1 aprile a Fondi (LT) in via Pola n. 7 si terrà “I Cereali: la Farina e la Semola” corso di aggiornamento destinato ad artigiani, tecnici ed imprenditori che utilizzano farine e semole.
Lo scopo del corso è quello di presentare un quadro semplice e veloce del mondo dei cereali in Italia, mostrando anche quali sono i principali prodotti alimentari che ne derivano, e con che caratteristiche degli sfarinati debbono essere realizzati.
Si comincia con alcuni dati di produzione e consumo.
Si accenna come dalla macinazione del frumento si ottengono gli sfarinati di più comune impiego.
Segue una breve descrizione chimico-fisica degli sfarinati, e una carrellata sui principali metodi di analisi impiegati per determinarne la qualità.
Si conclude con una descrizione dei principali alimenti che si ottengono dai diversi sfarinati, indicando, di volta in volta, con che qualità di materia prima si deve operare.

IL DOCENTE
Corrado M. Zannettino
Laureato in chimica, specializzato in Scienza dell’Alimentazione.
Ha ricoperto i ruoli di Tecnologo presso il Gruppo Buitoni-Perugina, Direttore Tecnico presso il Gruppo Novelli, Responsabile Ricerca e Sviluppo del prodotto pasta presso Barilla, Direttore Generale presso i Panifici Riuniti Srl di Sansepolcro.
Dal 2006 è consulente di aziende italiane ed estere su temi di tecnologia alimentare.

ORARIO, COSTO E INFO
9:00-13:00; 14:00-18:00
Il Corso ha un costo di € 80,00 + IVA
PROGRAMMA
SCHEDA ISCRIZIONE
tel: 06 44252181, email: info@qeasrl.it