Webinar “Nuove tendenze nel mercato dei prodotti ortofrutticoli”, mercoledì 12 maggio 2021

Il 12 maggio 2021 dalle ore 18:00 alle 19:30 si terrà il webinar “Nuove tendenze nel mercato dei prodotti ortofrutticoli: aspettative dei consumatori e sostenibilità degli imballaggi”, organizzato da Q&A Srl Società tra professionisti nell’ambito dell’accordo di filiera “Dall’Orto alla tavola”, finanziato nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della regione Lazio, con la collaborazione di AICQ Centro Insulare.

Interverranno Sergio Bini, presidente di AICQ Centro Insulare, Lorenzo Fanoli, che presenterà un’analisi sul mercato dell’ortofrutta nel Lazio, e Marco Contu di Ghelfi Ondulati Spa che parlerà degli imballaggi innovativi, sostenibili e realizzati in cartone.

L’incontro sarà coordinato da Massimo Leone, socio di Q&A s.r.l. e membro del Settore Alimentare dell’Associazione Italiana Cultura della Qualità.

La partecipazione è gratuita, chiedendo l’invito per email all’indirizzo infosoci@aicqci.it.

Erbacce, spontaneo e selvatico a Roma est

Lo scorso 11 aprile Rossella Mortellaro, biologa di Q&A srl, ha condotto la visita Erbacce, spontaneo e selvatico a Roma est, nell’ambito delle iniziative dell’Ecomuseo Casilino per i 100 anni di Centocelle, quartiere di Roma est, tra la via Casilina e la via Prenestina.

La visita si è svolta partendo da un’aiuola compresa nello spazio dei binari del “tranvetto” che, un tempo, dalla Stazione di Centocelle sulla via Casilina, entravano nel quartiere omonimo. L’aiuola è descritta in un bellissimo articolo di Ylenia Sina su Slow News.

La visita si è poi conclusa nel Parco Archeologico di Centocelle.

Continua così l’attività di Q&A srl per far conoscere il patrimonio naturale e culturale di Roma est, che comprende la collaborazione con il Liceo Scientifico Francesco d’Assisi di Roma oltre che con l’Ecomuseo Casilino.

Il nuovo Regolamento (UE) 2021/382 rafforza la responsabilità delle aziende per la cultura della sicurezza alimentare

Fonte: EFSA
È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE, L 74 dello scorso 4 marzo, il Regolamento (UE) 2021/382 della Commissione Europea del 3 marzo 2021 che modifica gli allegati del Regolamento (CE) n. 852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio sull’igiene dei prodotti alimentari per quanto riguarda la gestione degli allergeni alimentari, la ridistribuzione degli alimenti e la cultura della sicurezza alimentare.

In vigore dal prossimo 24 marzo 2021, il nuovo Regolamento modifica l’Allegato I e l’Allegato II del Regolamento (CE) n. 852/2004, contenenti i requisiti generali in materia di igiene alimentare a cui gli operatori del settore devono attenersi.

In particolare, le modifiche riguardano:

  • Allergeni e strumenti, attrezzature, trasporto alimenti
  • Ridistribuzione degli alimenti
  • Cultura della sicurezza alimentare

In particolare il nuovo regolamento rafforza la responsabilità delle aziende nella diffusione della cultura della sicurezza alimentare in tutto il personale, come è evidente nello stralcio riportato di seguito.

«CAPITOLO XI bis – Cultura della sicurezza alimentare

1. Gli operatori del settore alimentare devono istituire e mantenere un’adeguata cultura della sicurezza alimentare, e fornire prove che la dimostrino, rispettando i requisiti seguenti:
a) impegno da parte della dirigenza, conformemente al punto 2, e di tutti i dipendenti alla produzione e alla distribuzione sicure degli alimenti;
b) ruolo guida nella produzione di alimenti sicuri e nel coinvolgimento di tutti i dipendenti in prassi di sicurezza alimentare;
c) consapevolezza, da parte di tutti i dipendenti dell’impresa, dei pericoli per la sicurezza alimentare e dell’importanza della sicurezza e dell’igiene degli alimenti;
d) comunicazione aperta e chiara tra tutti i dipendenti dell’impresa, nell’ambito di un’attività e tra attività consecutive, compresa la comunicazione di deviazioni e aspettative;
e) disponibilità di risorse sufficienti per garantire la manipolazione sicura e igienica degli alimenti.

2. L’impegno da parte della dirigenza deve comprendere le azioni seguenti:
a) garantire che i ruoli e le responsabilità siano chiaramente comunicati nell’ambito di ogni attività dell’impresa alimentare;
b) mantenere l’integrità del sistema di igiene alimentare quando vengono pianificate e attuate modifiche;
c) verificare che i controlli vengano eseguiti puntualmente e in maniera efficiente e che la documentazione sia aggiornata;
d) garantire che il personale disponga di attività di formazione e di una supervisione adeguate;
e) garantire la conformità con i pertinenti requisiti normativi;
f) incoraggiare il costante miglioramento del sistema di gestione della sicurezza alimentare dell’impresa tenendo conto, ove opportuno, degli sviluppi scientifici e tecnologici e delle migliori prassi.

3. L’attuazione della cultura della sicurezza alimentare deve tenere conto della natura e delle dimensioni dell’impresa alimentare.»

Q&A s.r.l. società tra professionisti biologi è a disposizione delle organizzazioni interessate a iniziative per la diffusione della cultura della sicurezza alimentare.

“Scuola d’impresa diffusa”, venerdì 12 marzo 2021 la presentazione online del libro di Franco Cioffi

Venerdì 12 marzo 2021, alle ore 17.00, si terrà la presentazione online del libro “Scuola d’impresa diffusa” di Franco Cioffi, a cura di AICQ Centro Insulare, IfoRD ETS e Libreria L’Altracittà Roma.

Insieme all’autore interverranno Massimo Leone, consigliere di AICQ Centro Insulare ed il past president di AICQ Centro Insulare Sergio Bini.

Il volume, edito da Rubbettino, affronta i temi dello “sviluppo integrato” e del governo dei processi aziendali. Moltissimi gli argomenti affrontati: dalla gestione aziendale alla direzione del personale, dal marketing convenzionale e digitale allo sviluppo territoriale.

Il libro descrive non solo come governare i processi aziendali, ma anche tutte le fasi di un progetto di sviluppo civico ed economico integrato, ed è utile a diffondere cultura d’impresa nei territori per migliorarne la competitività ed aumentarne i livelli occupazionali.

La partecipazione alla presentazione è gratuita, si richiede la prenotazione all’indirizzo di posta elettronica infosoci@aicqci.it per ricevere il link di accesso.

Franco Cioffi ha lavorato in ambiti quali produzione, servizi, commercio, terzo settore, pubblica amministrazione, passando anche per la presidenza del consiglio dei ministri, è divenuto un riferimento nell’ambito della formazione e della gestione dei processi di cambiamento facendo leva sul capitale umano delle aziende (imprenditori, manager e dipendenti).

Rilasciato il nuovo Standard ISO / PAS 45005 per il lavoro in sicurezza durante la pandemia da Covid-19

Il 15 dicembre scorso la ISO ha rilasciato il nuovo Standard ISO / PAS 45005, che fornisce le linee guida generali per lavorare in sicurezza durante la pandemia da COVID-19.

Sul sito ufficiale si legge che “ISO / PAS 45005 riunisce le migliori pratiche internazionali su come gestire la salute e la sicurezza dei dipendenti e delle parti interessate durante la pandemia COVID-19 ed è inteso a integrare eventuali linee guida e regolamenti nazionali esistenti”.

Mentre normalmente ci vogliono tre anni circa per rilasciare un nuovo Standard ISO, questa volta è stato sviluppato in soli tre mesi, grazie al lavoro di Esperti di 26 paesi, sotto forma di una specifica disponibile al pubblico (PAS), che è stata approvata dagli 80 paesi membri del comitato tecnico dell’ISO per la gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

ISO / PAS 45005 è acquistabile o fruibile gratuitamente in formato di sola lettura sul sito web ISO per supportare gli sforzi globali nell’affrontare la crisi COVID-19. Grazie alla UILM è disponibile la versione integrale italiana.

Fonte: Ars Clipper