“Leaving No One Behind”, l’Unesco presenta il rapporto Word Water Development Report 2019

Sarà presentato il 19 marzo a Ginevra dall’UNESCO il Word Water Development Report 2019, con il titolo “Leaving No One Behind” (Non lasciare nessuno indietro).

L’edizione 2019 del rapporto (WWDR 2019) ha lo scopo di illustrare l’importanza dei miglioramenti nella gestione delle risorse idriche e dell’accesso all’acqua e ai servizi igienici, per contrastare la povertà e le disuguaglianze sociali.

Dal 19 marzo sarà possibile scaricare il rapporto da questo indirizzo: https://en.unesco.org/water-security/wwap/wwdr/2019#download.

Le organizzazioni interessate a migliorare il proprio impatto sulle sempre più scarse risorse idriche possono adottare un sistema di gestione secondo la norma ISO 14046 “Environmental management: Water footprint – Principles, requirements and guidelines” e ottenere la relativa certificazione.

L’impronta idrica (Water footprint) è un indicatore che quantifica i potenziali impatti ambientali legati all’acqua, in termini quantitativi (volumi) e qualitativi, considerando consumi sia diretti che indiretti di acqua e con approccio di ciclo di vita (concetto di “acqua virtuale”).

La Water Footprint (WF) si propone come un utile mezzo per:
• quantificare e comunicare gli impatti ambientali
• ottimizzare la gestione delle risorse idriche e dei processi produttivi.

Il calcolo dell’impronta idrica è particolarmente importante per le aziende italiane, perchè l’Italia è tra i principali importatori mondiali di acqua virtuale (soprattutto a causa dell’importazione di materie prime alimentari destinate alla trasformazione).

Q&A s.r.l. società tra professionisti è a disposizione delle aziende interessate a maggiori informazioni sulla valutazione e la certificazione dell’impronta idrica.

Sorrento Logistica s.r.l. ottiene la certificazione IFS Logistics

Sorrento Logistica Srl – Certificazione IFS Logistics
Sorrento Logistica s.r.l., con sede a Fondi (Latina) in via Pantanello s.n.c. – con la collaborazione di Q&A s.r.l. società tra professionisti – ha ottenuto da Bureau Veritas la certificazione secondo lo standard IFS Logistics (valutazione “Higher level” e punteggio di 96,09 su 100), per le seguenti attività: Trasporto su strada di alimenti refrigerati, surgelati e a temperatura ambiente imballati e di prodotti non alimentari imballati.

Gli standard IFS (International Food Standard) hanno lo scopo di favorire l’efficace selezione dei fornitori sulla base della loro capacità di fornire prodotti e servizi sicuri, conformi alle specifiche contrattuali e ai requisiti di legge; essi rientrano tra gli standard per la sicurezza alimentare riconosciuti dal Global Food Safety Initiative (GFSI), un’iniziativa internazionale, il cui scopo principale è quello di rafforzare e promuovere la sicurezza alimentare lungo tutta la catena di fornitura.

IFS Logistics in particolare si applica allo stoccaggio, alla distribuzione, al trasporto nonché attività di carico e scarico e consente di ottimizzare la gestione dei prodotti alimentari e non alimentari.

Q&A s.r.l. società tra professionisti si congratula con il titolare e tutto il personale di Sorrento Logistica s.r.l. per il nuovo traguardo raggiunto, dopo quello della certificazione ISO 9001.

Laboratorio di fundraising al Seminterrato di Via Siena, Roma sabato 16 marzo 2019

Laboratorio di Fundraising, Roma 16 marzo 2019
Si terrà sabato 16 marzo 2019 presso Il Seminterrato di Via Siena a Roma il corso di formazione Laboratorio di Fundraising, organizzato dalla cooperativa sociale Hermes 4.0 in collaborazione con il CeSLAM.

Il corso – organizzato nell’ambito del Laboratorio di Formazione per il Terzo Settore – intende fornire le informazioni per conoscere, impostare e sviluppare l’attività di fundraising all’interno delle organizzazioni no profit. Si vuole offrire una panoramica completa delle principali tecniche di raccolta fondi verso individui, aziende, fondazioni.

Lo scopo è di fornire conoscenze e strumenti perché ogni organizzazione, anche se piccola, possa cominciare a sviluppare una funzione strategica a tutti gli effetti. Per ognuno di questi passaggi è prevista un’esercitazione condotta esclusivamente su casi pratici portati dai partecipanti.

Per informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi alla cooperativa sociale Hermes 4.0 tramite i contatti riportati sulla locandina.

Martedì 5 febbraio 2019 Il Seminterrato di Via Siena ospita l’incontro “La qualità delle reti sociali nel Terzo settore”

La qualità delle reti sociali nel Terzo settore – Roma, 5 febbraio 2019

Martedì 5 febbraio 2019, alle ore 18, Il Seminterrato di Via Siena ospiterà l’incontro “La qualità delle reti sociali nel Terzo settore”, organizzato da AICQ – Associazione Italiana Cultura Qualità Centro Insulare, con il contributo dell’associazione IfoRD e della cooperativa sociale Hermes 4.0.

Interverranno Federica Roccisano di Hermes 4.0, Giovanni Moro per la Fondazione per la cittadinanza attiva e Francesco Vasca, docente all’Università del Sannio. Modererà gli interventi Massimo Leone per Associazione Italiana Cultura Qualità Centro Insulare.

L’appello a fare rete è un ritornello invocato insistentemente in tutti gli ambienti che sviluppano relazioni strutturate o informali fra persone o organizzazioni territoriali: imprenditoria e commercio, politica, associazionismo civile e religioso. Ma nella realtà poche reti diventano efficacemente operative. Ciò avviene anche in ambiti, come quello del terzo settore, in cui cooperazione e fiducia dovrebbero essere paradigmi identificativi delle iniziative sviluppate.

Nella costruzione di una rete di terzo settore, i principali “nodi” della rete si dimostrano inizialmente generosi nell’impegno, pronti a rendere ragione della loro vocazione non-profit. Molto spesso, però, i vantaggi della cooperazione non sono più percepiti e prevale un atteggiamento competitivo piuttosto che collaborativo. In effetti, la buona volontà non basta.

Qual è il vero profit dei nodi di una rete di terzo settore? È possibile valutare se una rete esiste davvero? Possiamo misurare, in efficacia ed efficienza, la qualità di una rete?
La giornata di studio intende proporre una riflessione su questi interrogativi, partendo da esperienze concrete di impegno sociale e civile, e allargando la visione nella ricerca di strumenti formali in grado di supportare la valutazione di qualità nei processi di rete del terzo settore.

Per le informazioni aggiornate sull’incontro è possibile seguire l’evento Facebook.

Il laboratorio L.I.B.A. s.a.s. ottiene l’accreditamento per le analisi microbiologiche delle acque

Il laboratorio L.I.B.A. s.a.s., con sede a Fondi (Latina) in via Madonna delle Grazie n. 213, ha ottenuto da ACCREDIA l’accreditamento per la determinazione dei batteri coliformi, di Escherichia coli e degli enterococchi intestinali, nelle acque destinate al consumo umano, nelle acque irrigue, nelle acque di pozzo e nelle acque naturali a bassa carica (Certificato Accredia – PDF).

Per tutte le attività che hanno bisogno di controlli microbologici sulle acque, avere a disposizione nelle vicinanze un laboratorio accreditato che esegua in proprio le analisi microbiologiche delle acque è particolarmente importante, perché secondo la norma ISO 19458:2006 “Water quality – Sampling for microbiological analysis” il tempo di conservazione consigliato per i campioni di acqua deve essere compreso entro 8 ore e non è accettabile un tempo di conservazione superiore a 12 ore.

Q&A s.r.l. società tra professionisti, che collabora con L.I.B.A. s.a.s. per le analisi delle acque, si congratula con i titolari e i collaboratori del laboratorio per il significativo traguardo raggiunto.

Tutte le informazioni per i contatti con L.I.B.A. s.a.s sono disponibili sul sito internet del laboratorio.