La gestione della sicurezza nella catena di fornitura, la norma ISO 28000

Con l’aumento della concorrenza, come effetto della globalizzazione, cresce la necessità da parte delle aziende di acquisire certificazioni che valorizzino i loro prodotti/servizi. La ISO 28000, si inserisce in questo scenario garantendo un modello comune in materia di gestione della sicurezza lungo la catena di fornitura (Supply Chain Security).

Essa rappresenta lo Standard Internazionale di riferimento, sviluppato per rispondere alla necessità di implementare, all’interno delle organizzazioni aziendali, un efficace sistema di gestione della security, secondo un modello che ne misuri e ne garantisca nel tempo i livelli di efficienza ed efficacia attesi dall’alta direzione.

Tale standard, riprendendo il classico modello PDCA (plan-do-check-act), si struttura secondo i punti della ISO 14001 e si rivolge ad aziende di qualsiasi dimensione (dalle piccole alle multinazionali) che operano nel settore della produzione, dei servizi, dello stoccaggio e dei trasporti, ad ogni livello della catena di fornitura.

Con l’implementazione di un sistema di sicurezza secondo IS0 28000, le organizzazioni aumentano l’affidabilità e la sicurezza che hanno in tutta la catena di approvvigionamento, favorendo in tal modo una distribuzione di merci e materiali tempestiva e senza problemi.

A riguardo, tale standard risulta essere particolarmente utile come strumento di garanzia diretta o indiretta nelle catene di fornitura del settore agroalimentare in cui, la natura stessa dei prodotti (vedi alimenti freschi, deperibili o soggetti a contaminazione), richiede attenzioni particolari.

La norma, la cui valenza è oggi universalmente riconosciuta a livello mondiale, sta riscuotendo sempre più l’attenzione dei grandi players internazionali, allo scopo di rispondere alle esigenze dettate dalla casa madre o di soddisfare specifiche richieste di top clients e dei propri stakeholders.

Di seguito elencati obiettivi e vantaggi della ISO 28000:

Obiettivi
• Stabilire, attuare, mantenere e migliorare un sistema di gestione della sicurezza
• Assicurare la conformità con la politica di gestione della sicurezza
• Dimostrare tale conformità a terzi
• Richiedere la certificazione del proprio sistema di gestione della sicurezza da un ente di certificazione accreditato oppure
• Compilare un’autodichiarazione di conformità alla presente norma internazionale

Vantaggi
• Rendere visibile ai clienti e alle autorità l’impegno dell’Organizzazione nella gestione della sicurezza della supply chain
• È un efficace strumento per tenere sotto controllo la supply chain e, attraverso l’evidenza dei punti di controllo critici, pianificarlo al meglio.
• Utilizza l’approccio preventivo alla gestione dei pericoli per il controllo della supply chain all’interno di un sistema di gestione più complesso, quale ad esempio il Sistema Qualità e Ambiente.
• Permette di crescere di competitività, credibilità e visibilità sul mercato di riferimento.

Giorgia Corbucci

Q&A s.r.l. società tra professionisti è a disposizione delle aziende interessate ad approfondire la conoscenza della ISO 28000.