“Ultime notizie dalla terra. La Terra dei fuochi: questioni per il paese intero”, il 29 novembre a Roma la presentazione del libro

Venerdì 29 novembre 2019, alle ore 20:00, il Seminterrato di Via Siena ospiterà la presentazione del libro “Ultime notizie dalla terra. La Terra dei fuochi: questioni per il paese intero”, di Antonio di Gennaro.
Insieme all’autore interverranno Francesco Erbani, giornalista, e Peter Hoogstaden, ingegnere del paesaggio.

Dopo le inchieste che hanno fatto conoscere all’intero paese la realtà della Terra dei fuochi, Antonio di Gennaro, agronomo impegnato da anni nel compito di far capire l’importanza del suolo per il presente e, soprattutto, per il futuro di una società, si è messo al lavoro con un centinaio di esperti di diverse discipline per capire quale fosse lo stato di salute di una regione, la Campania, da sempre considerata la terra felix dell’agricoltura italiana.

Scrive l’autore: “All’improvviso, proprio quei suoli e quelle terre s’erano trasformati, nel dibattito pubblico, in centri di rischio, portatori di una minaccia subdola, odiosa. Gli strumenti del mestiere sono serviti a ragionare. […]
Ho collaborato al rapporto governativo sugli effetti sociali ed economici che la crisi ha avuto sul sistema delle aziende agricole. Alla fine, lo schema ferreo raccontato dai media non ha retto: disponiamo ora di una base di migliaia di dati analitici, come non esiste in nessun’altra area agricola d’Europa e l’agricoltura della grande pianura vulcanica è stata scagionata, ma le ferite rimangono. Sarebbe sbagliato pensare che la bufera sia passata. I problemi, le paure che la Terra dei fuochi ha scatenato si riproporranno prima o poi in altre parti d’Italia e d’Europa. Al di là degli aspetti specifici, c’è un luogo comune che si è consolidato e, sullo sfondo, un rapporto di fiducia tra l’opinione pubblica e le attività di produzione agricola che sembra essersi profondamente logorato.”

Nel suo viaggio, di Gennaro racconta una regione fatta di paesaggi che sono “palinsesti di bellezza e biodiversità”. Dentro a questi paesaggi ci sono le persone, i coltivatori dei grani antichi dell’Alta Irpinia, i coltivatori del San Marzano, del pomodorino del piennolo, gli allevatori di Marchigiana e quelli delle bufale del Sele e del Volturno, gli olivicoltori del Cilento e della penisola sorrentina, i viticoltori del Sannio.
Si tratta, dunque di un territorio di straordinaria ricchezza culturale e sociale, che si è ritrovato vittima di un sistema di paure e diffidenze.

Antonio di Gennaro, agronomo, lavora a Napoli dove si occupa di pianificazione del territorio e del paesaggio rurale.
Francesco Erbani è un giornalista italiano, ha lavorato per l’Espresso e al quotidiano La Repubblica per venticinque anni. I suoi ultimi libri sono Non è triste Venezia (Manni, 2018)e L’Italia che non ci sta (Einaudi, 2019).
Peter Hoogstaden è ingegnere civile e cofondatore della Studio Genius Loci, specializzata in pianificazione del paesaggio e turismo sostenibile.

L’incontro è organizzato da IfoRD, Libreria L’Altracittà, Associazione Laura Lombardo Radice.