Etichettatura alimentare: entra in vigore il Decreto Legislativo 231/2017

È in vigore dal 9 maggio 2018 il Deceto Legislativo 15 dicembre 2017, n. 231, che reca la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (UE) n. 1169/2011, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori (etichettatura degli alimenti); le pene pecuniarie variano, secondo la gravità delle singole infrazioni da un minimo di 500 euro a un massimo di 40mila.

Il decreto legislativo italiano, inoltre, adegua la normativa nazionale alle disposizioni del regolamento UE, disciplinando aspetti non armonizzati, ad esempio, la vendita dei prodotti non preimballati, l’indicazione del lotto e la vendita in distributori automatici di alimenti non preimballati, prevendendo, al contempo, le sanzioni correlate.

Un altro effetto del Decreto Legislativo n. 231/2017 sarà visibile sui menù di ristoranti, mense, scuole ed ospedali; su questi, infatti, dovrà essere indicata la presenza di allergeni. L’indicazione dovrà essere scritta sul menù, su un registro, su un cartello o un altro sistema equivalente, anche digitale.

Fonte ARS Clipper